Padroni del proprio destino

Libertà di sbagliare e padroni del proprio destino,
chi non lo vorrebbe? Chi ne vorrebbe invece stare alla larga per non essere responsabili di se stessi.
Qual è quella forza, quell’energia che ci porta a rischiare? qual è il parametro di rischio, e voi che rischi vi accollate?
Non è dunque, soggettivo? Se non erro ne avevo già discusso qualche anno fa in un articolo precedente. Avete presente quella sensazione di poter dominare il mondo e se stessi?

Da ormai 8 anni, con consapevolezza, e non so neppure il perché, ho cercato di affrontare la vita in modo estremo, forse per un riscatto personale, forse perchè mi sentivo incompleto, ma fare attività oltre la normalità universalmente accettata, mi faceva sentire bene.

– perchè saltare da un ponte legato da un elastico?
– perchè filare giù da un aereo a 200 all’ora in piena caduta libera?
– perchè volare tra le alpi con una vela come un uccello?
– perchè essere legato da una corda per raggiungere una vetta che non arriverà mai?

Avete presente, quando a scuola studiavamo la forza di gravità e altre leggi fisiche a cui non davamo un senso logico, perchè in fondo erano astratte? Provare e verificarle di persona ti da una sensazione di potere sulla fisica, quasi in grado di dominare l’universo e le sue forze, perché abbiamo la tecnologia in grado di annientare tutta questa energia. Tutto questo con una grande consapevolezza che è subentrata successivamente, l’errore, la fatalità…

Il limite del rischio che vi accollate non è dunque, la vostra capacità di dominare la fatalità, l’errore?!  Oppure semplicemente la speranza che quel giorno non tocchi a te?? E’ una domanda alla quale non ho ancora una risposta. I casi sono essenzialmente due: o l’amore per quello che fate, la libertà, l’energia che vi da, è superiore alla paura di morire, oppure non avete mai preso in considerazione che la morte mi venga a trovare in anticipo.

BOOM…..

E’ così che ti accorgi che tutto questo può accadere davvero, non siamo veramente noi padroni del nostro destino? si lo siamo!! e siamo davvero così ottusi, da essere consapevoli solo dei risvolti positivi, ma se così non fosse non avremmo quel romanticismo verso quello che più amiamo fare!! Perchè amare qualcosa che ci può portare alla morte?? Non ha un senso logico e fa a pugni con l’amore verso noi stessi!!

– Certe immagini non te le toglierà nessuno dalla mente, dai ricordi…

Essere impotenti davanti alla morte e non poter fare nulla, ti fa sentire niente, eppure certi luoghi ti facevano sentire in grado di dominare tutto. Averla vista lì a pochi metri da me, ti chiedi, questa “nuova” vita, come la userai?? Non morire è come essere nato una seconda volta… forse è questo…

…essere padroni del proprio destino…

… fino in fondo, rischiare è l’unico modo per essere vivi, in ogni ambito, sportivo, lavorativo, e amoroso… RISCHIATE la sicurezza è relativa, saltate!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...