Di neve e di sole

Non potevamo trovare giornata migliore per andare in montagna. Dopo un mese di pioggia incessante, finalmente il sole! Senza la pioggia non ci sarebbe stata nemmeno la neve, perciò non ne siamo nè dobbiamo essere troppo rammaricati.. sebbene per tutta novembre sia stato quasi impossibile scalare. Ma noi siamo contenti di questa magia che Madre Natura fa ogni anno, tramutando la pioggia in candidi fiocchi.

La neve piace a tutti, nonostante i disagi in città, quando arriva si accende sempre lo stupore. E’ soffice, bianca,candida. E’ l’essenza stessa della purezza. E’ nuova, ogni anno. E ti porta a rallentare ritmi e passi. In città si va più piano, a piedi per sentieri e pendii, si ascolta il suono di ogni passo. Che si indossino solo scarponcini, ciaspole o ramponi, lei ti accoglie ed ammorbidisce pesi e pensieri. La neve segna definitivamente l’inizio di una nuova stagione, anche in termini alpinistici. Dopo mesi di attesa, ritorna. Ma bisogna attendere ancora, prima che vada in condizioni. Bisogna controllare il meteo, le temperature, il rischio valanghe, per capire se è arrivato il momento di uscire e soprattutto se i pendii hanno già scaricato, se di notte ha rigelato, ecc ecc. Che si indossino i ramponi o gli sci, arriva quel giorno tanto atteso in cui ci si alza ancor prima dell’alba, per essere pronti ad attaccare la salita e veder pian piano sbucare i raggi del sole. Cambiano i colori, il cielo si rischiara, il sole inizia a donare un po’ del suo tepore. Per poter partecipare a questo spettacolo in diretta, si paga un prezzo ovviamente. Una sorta di biglietto di ingresso in un cinema le cui quinte aprono scenari infiniti. Bisogna essere in prima fila per poterne godere appieno. E si sa che chi per primo arriva, meglio alloggia. Tradotto in termini concreti, significa alzarsi presto, davvero presto, quando fa freddo ed è difficile uscire dal letto e peggio ancora dal sacco a pelo. Averla la stoffa di Bonatti che ha bivaccato senza se e senza ma, e senza niente, su un Ottomila. Bisogna anche fare i conti con la sveglia, quando si sa che la bellezza del fine settimana sta proprio nel fatto che si può bypassare la sveglia! E bisogna anche essere pronti a scattare, che in montagna, d’inverno non si può perdere tempo!

Buona la prima, insomma. Ok, il biglietto costa un po’ caro e non ci sono agevolazioni. Di fronte a Madre Terra siamo tutti uguali e di fronte ad una montagna, comunque si decida di salirla, siamo tutti piccoli e questa nostra piccolezza dobbiamo tenerla bene a mente, perchè la montagna ci regala la sua grandezza solo se sappiamo approcciarci a lei con umiltà, a piedi scalzi. In silenzio, perchè tanto parlano gli occhi e il battito del nostro cuore. In montagna bisognerebbe andarci solo con le nostre gambe e meglio con una bici, a macinare km e dislivello, come una volta. Eppure, nonostante essa sia asfissiata da troppe macchine – alberghi – impianti, lei conserva ancora luoghi intatti in cui vivere emozioni indescrivibili e sentirsi in armonia, sentirsi parte di un universo che è enorme eppure fragile, perchè è davvero tutto ciò che abbiamo. Un mondo che va preservato, a partire dal non gettare (e dal raccogliere) anche una misera cartina per terra (vale anche nei marciapiedi delle città). Non si può pensare di trasportare i servizi della città ed il loro devastante impatto, sulle cime delle montagne. La montagna appartiene a chi ha il cuore grande e sogni veri. E’ di coloro che hanno coraggio e gambe e fiato per andare. E’ di chi non teme il silenzio, ma anzi lo cerca. La montagna ti spoglia di ogni cosa inutile, per riempirti di immensità.

L’unico sconto è per renderla accessibile alle persone diversamente abili, tutto il resto è un inutile ghirlanda che priva la montagna della sua vera natura. Essere amata, soprattutto. Non è stravolgendola che essa si farà vivere e vi farà sentire vivi. Sentirsi vivi è scoprirsi persone più vere. E sapersi autentici equivale ad essere felici.

2 pensieri riguardo “Di neve e di sole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...