Il “gioco” dell’alpinismo

SEMPRE PIÙ INCIDENTI E VITTIME

La strada è questa, purtroppo, e sarà sempre esponenziale. È una dura realtà ed è giusto continuare a prenderne atto, se non iniziamo a fare cultura della sicurezza al posto che fare ricerca di grado e difficoltà.

L’aumento della tecnologia dei materiali e lo straordinario risultato di essere riusciti a portare in montagna un maggior numero di persone ha un’altra faccia della medaglia: piangere morti! Non è solo il sogno è anche una sorta di egocentrismo insaziabile, del voler mostrare, del voler condividere. Bisogna mandare messaggi che oltre che bella, la montagna è pericolosa. Bisogna essere coscienti dei propri limiti. In montagna si deve andare per gradi, bisogna padroneggiare un livello di difficoltà per passare al successivo. Ultimamente noto il voler diventare Messner di corsa, senza essere nemmeno consci dei propri limiti. La corsa a chi pubblica la foto più figa. Ragazzi, andare in montagna non è questo! Andare in montagna è la cosa più bella del mondo se fatta in modo intelligente.

Ricordatevi bene una cosa: i rischi in montagna sono due, uno è quello soggettivo che potete dominare con un po di sale in zucca, il secondo è quello oggettivo cioè quello intrinseco della montagna, white out compreso, caduta massi compresa, valanghe comprese, temporali compresi. Insomma ci siamo capiti. La montagna non gliene frega niente se siete esperti, la montagna, intesa come clima e difficoltà fa il suo gioco. Smettetela di andare in montagna per i social, fatelo per voi, fatelo per gradi, studiate i percorsi, la sua storia. Siate umili, sempre. Non fatevi sopraffare dall’overconfidence, è una brutta bestia. Cattiva che vi uccide. A nessuno frega se siete arrivati in vetta per la via difficile, anzi se vi troverete in difficoltà vi riempirà di insulti sui social, dicendovi di lasciarvi là, oppure di pagare il soccorso! Non ne vale la pena, fate con calma. La vita è la felicità è vostra. Fate per gradi…#verticalepergradi questo è il tag più bello che vorrei vedere. Mandiamo imperterriti questi messaggi, sarà il regalo più bello che potremmo farci.

Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...